ERNIE ADDOMINALI: JUST THE FACTS PER IL MEDICO D'EMERGENZA

07.03.2009 08:31

 L'ESSENZIALE DA RICORDARE PER LA GESTIONE DELLE ERNIE ADDOMINALI - 

 

 

Protrusione anormale del contenuto peritoneale attraverso un difetto della parete addominale.

 

*       Incarcerata (il contenuto del sacco erniario non può essere rimesso all’interno dell’addome).

*       Strangolata (è presente una compromissione vascolare che porta a ischemia e gangrena; il sacco è dolente, non riducibile e ci sono segni e sintomi di occlusione)

 

Eziologia

 

*       Indiretta inguinale (persistenza del processo vaginale; erniazione del contenuto peritoneale attraverso l’anello interno; la destra è più comune della sinistra)

*       Diretta inguinale (difetto o debolezza nell’area trasversale del triangolo di Hesselbach)

*       Ernia incisionale (dopo intervento chirurgico)

*       Ernia femorale (il peritoneo ernia nel canale femorale; spesso si incarcera perchè l’orificio è piccolo)

*       Ernia otturatoria (passa attraverso la membrana otturatoria)

*       Ernia ombelicale (congenitamente non si chiude l’anelo ombelicale ; protrusione attraverso l’anello ombelicale/ombelico; ha un 20-45% di recidiva)

 

Essential work-up

 

  1. Anamnesi ed esame obiettivo
  2. Palpare l’area femorale ed inguinale, cercando masse e zone di dolorabilità
  3. Ripetere l’esame in posizione ortostatica

 

Test

 

*       Laboratorio (emocromo, funzione renale, elettroliti,glicemia, analisi delle urine)

*       Radiologia (Rx diretta addome, ecografia, TC in caso di ernie otturatorie e spigheliane o per difficoltà diagnostiche con le altre metodiche

 

Diagnosi differenziale

 

1.       Idrocele

2.       Varicocele

3.       Linfoadenite

4.       Torsione testicolare

5.       Tumore testicolare

6.       Testicolo ritenuto

7.       Linfogranuloma venereo

 

Trattamento nel DEA

 

*       Chirurgica per le ernie incarcerate e non riducibili, o strangolate

*       Metodo di riduzione delle ernie (sedazione; posizionare in Trendelemburg; aspettare 20-30 minuti la riduzione spontanea; riduzione manuale per massimo due volte, poi richiedere consulenza chirurgica) Nelle donne la riduzione può essere più difficile per la presenza dell’ovaio

*       Controindicazioni alla riduzione (febbre, leucocitosi).

*       Complicazioni (introduzione di ernia strangolata nell’addome; ulteriore ischemia/necrosi senza miglioramento clinico)

*       L’uso degli antibiotici è controverso

 

Follow-up

*       Criteri di ricovero (ernie strangolate e incarcerate per intervento urgente; ostruzione intestinale, peritonite, vomito, disidratazione, dolore severo)

*       Criteri di dimissione (dopo riduzione dell’ernia; programmare controllo dopo 24 ore e inviare in ambulatorio chirurgico)

 

FONTE: Rosen & Barkin’s 5-minute emergency medicine Consult (Lippincot & Wilkins 2007). 

Cerca nel sito

(Dedicated to the Wise-Man R.SJV) 

 "I am working hard, I am carefully preparing my next error"  - "Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore"

Bertolt Brecht 

 SEGUICI ANCHE SU... Follow MedEmIt on Twitter

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

MedEmIt ti aiuta? Aiuta MedEmIt!!!

Aiutaci a mantenere questo Sito. Dai quello che puoi! Siamo tanti e con pochi euro da tutti riusciremo a farlo! 

 

 Fai la tua DONAZIONE in modo sicuro online tramite Pay Pal o Carta di credito (clicca sul pulsante "donazione")

   

 

 

o in Banca tramite IBAN 

IT 56 T  05390  03000  000000091682

Banca popolare dell’Etruria e del Lazio - Agenzia 1, Perugia - Intestato a “Medicina d’Emergenza Italia – MedEmIt” 

 

 
MedEmIt La Stazione della formazione in Medicina d'urgenza